homebackupforward


doCGO2

PIANO DEI CONTI

Scopo
Permette di introdurre, variare, annullare i conti ed i mastri nel piano dei conti.
Chiamata
  • MENU
  • CONTAB. GENERALE
  • GESTIONE ARCHIVI
  • PIANO CONTI

Viene visualizzata la seguente maschera:



Il programma posiziona il cursore sul campo CODICE CONTO e aspetta che si digiti il codice del conto (Es: 31402 )
Premere INVIO
Se il codice e' corretto ed esiste in archivio vengono visualizzate tutte le informazioni conosciute altrimenti il cursore si sposta sul campo successivo.
Il significato dei campi e' il seguente:

CODICE CONTO


Codice del conto composto da due parti codice mastro + codice conto

TIPO

P

R

T

Patrimoniale

Reddito

Il codice contraddistingue un totale. Il sottotipo indica quale livello di totale (vedi note su struttura del piano)

SOTTOTIPO

E

N

1-2-3-4-5

Con estratto conto
Senza estratto conto
I conti di tipo T possono essere di sottotipo 1/2/3/4/5 Il numero contraddistingue il tipo di totale (vedi note su struttura del piano)

Bilancio CEE

alfanumerico

Codice di RAGGRUPPAMENTO per ottenere la riclassifica secondo le normative CEE – I
n questo conto vanno indicati i conti del Piano dei conti CEE (vedi Bilanci CEE per maggiore dettaglio)



RICERCA DI UN CONTO

  1. Riempire il campo COD. CONTO con il codice cercato

  2. Premere tasto funzione CERCA oppure tasto INVIO

Se il codice esiste verranno visualizzati i dati conosciuti ed abilitati i tasti di:

MODIFICA

permette di aggiornare il contenuto dell'archivio con i dati presenti su video. Per variare una conto: spostarsi con il cursore sui campi da variare e sostituire quanto visualizzato con MODIFICA

ANNULLA

Premendo questo tasto il conto appena cercato verrà definitivamente cancellato. Se tale conto ha movimenti fiscali in corso (Bollati, allegati ecc.) la cancellazione verrà negata.

STAMPA

Permette di stampare la maschera visualizzata con i saldi del conto cercato.

PULISCI

Viene pulito semplicemente il video e dimenticato il cliente cercato.



NOTA
I dati vengono visualizzati nella Valuta corrente cioè quella scelta nel menu principale.

Si può forzare la lettura dei dati con Valuta diversa , scegliendo con:
<crtl>N + <ctrl>N + CAMBIA EURO

Uscendo dal programma verrà ripristinata la Valuta originaria

RICERCA GENERICA

Non conoscendo il codice ma solo una parte della descrizione, ad esempio “magazzino” , si può fare una ricerca generica.
Premendo il tasto funzione CERCA CONTO si apre un colloquio in cui viene richiesta una parte della descrizione del conto (es: MAGAZZINO )
Verranno visualizzati in una finestra di PopUp tutti conti che contengono la parte digitata .
Con i tasti frecce su/giù si selezionerà la voce che si desidera.
Premendo la barra spaziatrice od INVIO il conto selezionato verra’ visualizzato sulla maschera.

CREAZIONE NUOVO CONTO

Per indicare ai programmi l'esistenza di un nuovo conto ed i dati relativi.
Con la maschera completamente vuota digitare nel campo COD.CONTO il codice che e' composto da due parti:

Esempio:


22xx = mastro banche


2201

banca BRIANTEA

2202

banco AMBROSIANO

2203

banco di NAPOLI

Oppure:


22BRIAN

banca BRIANTEA

22AMBRO

banco AMBROSIANO

22NAPOL

banco di NAPOLI

Il codice può essere lungo 10 caratteri

Nelle liste l'ordine e' alfanumerico crescente.

In pratica viene ordinato colonna per colonna in modo crescente prima i numeri e poi le lettere maiuscole e poi le minuscole.

Il carattere ““ (sottolinea) viene per ultimo dopo numeri e caratteri.

STRUTTURA DEL PIANO DEI CONTI

La struttura del piano dei conti e' completamente libera nell'ambito delle seguenti regole:

Struttura Mastro/Sottoconti

E' la più semplice ed e' composta da mastri e da conti.

tipo conto

codice

descrizione

Tipo

Sottotipo

Sottoconto

2201

banco di roma

P/R

E/N

Sottoconto

2202

banco di sicilia

P/R

E/N

Mastro

22___

banche

T

1






Sottoconto

3100150

cliente bianchi

P/R

E/N






TOTALE

________

Totale Generale

T

5



NOTA

il mastro 22 ed il Totale sono seguito dal segno __ (sottolinea) . Tale carattere viene permette a questi conti di apparire in coda dopo tutti i numeri e tutte le lettere.



I conti possono essere introdotti nella sequenza che si desidera e non e necessario neppure che esista il relativo mastro.

Mancando il mastro non e' possibile ovviamente avere una suddivisione logica nelle stampe.

La codifica può essere nel caso più semplice solo numerica ma va ricordato che i codici possono essere anche alfabetici.

I programmi ordinano i codici in forma crescente e totalizzano i dati dei conti fin quando non trovano un conto di tipo ' T ' Appena letto questo codice stampano la somma dei dati dei conti precedenti ripartendo da zero per i prossimi conti.

Quando viene letto il conto di tipo 'T ' sottotipo '5' viene stampato il totale generale.

Nell'esempio il mastro e' stato indicato con a fianco alcuni '___ ' ma ciò e' solo indicativo in quanto i totali vengono eseguiti solo se tipo e' ' T '

L'esempio seguente e' altrettanto valido:

tipo conto

codice

descrizione

Tipo

Sottotipo

Sottoconto

2201

banco di roma

P/R

E/N

Sottoconto

2202

banco di sicilia

P/R

E/N

Mastro

2299

banche

T

1






Sottoconto

3100150

cliente bianchi

P/R

E/N

Mastro

3199999

totale clienti

T

1






TOTALE

________

Totale Generale

T

5

Infatti i conti vengono ordinati in modo crescente. Leggendo i codici 2201 e 2202 verranno accumulati i totali e raggiunto il codice 2299 di tipo 'T' verrà stampato il totale.



Struttura Mastri e Livelli

La struttura e' simile alla precedente ma con più livelli di totali.
La gerarchia e' la seguente

CONTI

livello 0

MASTRI

livello 1

SEZIONI

livello 2

REGIONI

livello 3

DIVISIONI

livello 4

TOTALE GENERALE

livello 5

Ad esempio:
tipo conto codice descrizione Tipo Sottotipo
Sottoconto 2201 banco di roma P/R E/N
Sottoconto 2202 banco di sicilia P/R E/N
Mastro 22__ Totale banche T 1
Sottoconto 2301 cassa sede P/R E/N
Sottoconto 2302 cassa deposito P/R E/N
Mastro 23__ Totale cassa T 1
Sezione 2___ Disponibilità T 2
Sottoconto 3100150 cliente bianchi P/R E/N
Mastro 3199999 totale clienti T 1
TOTALE _______ Totale Generale T 5

In questa configurazione oltre che ai totali per mastri si ottiene anche un totale dei mastri omogenei indicati come sezione 'disponibilita' che e’ la somma di Mastro 22 + Mastro 23
Riassumendo: Non e' necessario usare tutti i livelli.

SALDO BANCHE           up

E' possibile ottenere una panoramica di tutte le banche premendo il tasto SALDI BANCHE
Vengono ricercate tutte le tabelle di tipo ABxxxxx  tipo CA e CC
Le tabelle possono essere di tre tipi:
CA
Conto cassa In questo caso vengono visualizzati i saldi del conto presente ne piano dei conti
Il fido e' indicato in anagrafica del Piano dei Conti

CC
Conto corrente
  1. Vengono visalizzati i saldi del conto
    Il fido e' indicato in anagrafica del Piano dei Conti
  2. Poi analizzato il conto di portafoglio attivo indicato nella tabella
    Il fido e' indicato in tabella
EF
Effetti attivi
Questa tabella viene ignorata  (perche' gia' analizzata nel punto precedente)
La colonna Fido indica il fido massimo concesso per il portafoglio


Vengono ricercati i conti (nel piano dei conti)  con     

Il risultato che si ottiene e'simile al seguente.
Per comodita' gli importi sono senza decimali.