homebackupforward

doBF50

CREAZIONE BOLLE/FATTURE

Un documento, sia esso DDT (bolla) e/o FATTURA e' composto da tre parti:

TESTATA
destinatario
art
quant
descrizione
prezzo
iva

















DETTAGLI






















CHIUSURA
totali - dati trasporto ecc.

tipo documento

I tipi di Bolle/Fatture personalizzate dovranno essere indicate in un file di nome MexxBF
Sono contraddistinte da un codice di 4 lettere che ne determinano il tipo di elaborazione

numero interno Il documento e' memorizzato all'interno del disco con un numero univoco, chiamato numero interno che non e' il numero di bolla (ma potrebbe coincidere con esso).
numero DDT
E' una numerazione fiscale indipendente, che puo' anche coincidere con il numero interno.

Per fare coincidere il numero interno con il numero di bolla, in altre parole numerare le bolle con il numero interno, occorre modificare la tabella PF

 
numero di fattura

Il numero di fattura viene invece sempre assegnato al momento della stampa della fattura stessa.

causale di magazzino

Ad ogni diverso tipo di documento viene associata una diversa causale di magazzino che verrà utilizzata al momento dello scarico del magazzino. le causali associate al tasti di scelta sono indicati nella tabella PF

tipibolle

La scelta del tipo di documento puo' essere fatta :

TESTATA
Dopo avere scelto il tipo di documento, da creare o modificare, verra' presentata la seguente maschera per introduzione dei dati di 'TESTATA
Digitare il  Codice del Cliente  ( oppure iniziare una ricerca generica premendo Cerca Conto )

NOTA
Se il primo carattere della Ragione sociale del Cliente e' un asterisco  verra' segnalato che il cliente e' sospeso dalla fatturazione e non si potrà procedere.

Verranno proposti  i dati di anagrafica che si potranno convalidare o modificare.
Se vengono modificati, le modifiche valgono solamente per questo doumento  ( l'anagrafica rimane inalterata)


testata

Se nelle note integrative del cliente compare una riga che inizia per $Bxx- , allora viene aperto un popup  (vedi documentazione  anagrafica)



INSERISCI Dopo la verifica dei dati digitati, viene creato il documento ed incrementato il numero interno
Al momento della memorizzazione viene assegnato
  • l'effettivo numero interno
  • eventuale numero di bolla
  • vengono aggiornate le numerazioni progressive utilizzate.

CAMBIA NUM. INT

Permette di cambiare il numero interno di registrazione dei documenti. Immettendo un numero già esistente, questi verrà visualizzato per la modifica.
Nel caso si fosse digitato erroneamente un numero di documento già esistente (e non si vuole modificarlo) basta uscire dal programma tramite il tasto 'TORNA AL  MENU'.
Nel primo campo della maschera viene visualizzato il numero interno assegnato al documento e se si tratta di un DDT ( bolla ) verrà proposto anche il numero e la data del DDT
Le numerazioni progressive sono prese dalla tabella 'PF' ('Parametri di Fatturazione), da questa tabella viene letto anche l'eventuale suffisso del numero di bolla e quello del numero di fattura.

CREA ANAGRAFE Verrà lanciata la funzione di creazione di una nuova anagrafica cliente con la possibilità di ricerca sofisticata ( Vedi in Contabilità il capitolo relativo)
CERCA CONTO Viene aperta una finestra di colloquio ove si potra' indicare parte della Ragione Sociale cercata. Posizionarsi con le frecce sul codice voluto e premere la Barra Spaziatrice per confermare.
CERCA DOCUMENTO Con questa funzione ci verranno indicati tutti i documenti in corso.
TORNA AL MENU
Interrompe l'introduzione senza memorizzare i dati eventualmente presenti su  video.

Descrizione dei campi in maschera:

Numero interno
E un numero di riferimento per rintracciare il documento.
Ogni numero interno e' univoco per ogni documento e viene assegnato durante la creazione del documento stesso.
NON E' IL NUMERO DI BOLLA
Stato Durante la fase di creazione lo stato della bolla e' uguale a  '  '  (vuoto)
Se stiamo modificando un documento esistente questo campo ci indica:
  • vuoto = documento appena iniziato e non completo
  • B = deve essere stampata la bolla
  • F = deve essere stampata la fattura ( bolla gia' stampata )
  • C = deve essere ancora contabilizzata
  • E = non sono stati creati gli effetti (RIBA)
  • S = pronta per creare le statistiche sul venduto
  • E = ha finito tutto il ciclo e puo' essere eliminata
Indirizzo spedizione Non e' un dato obbligatorio. Se in anagrafica ne esiste uno questi viene proposto  e se si modifica questa vale solo per lil documento corrente.
Numero bolla  Numero fiscale progressivo delle bolle.
Obbligatorio nel di creazione bolle.
Si può modificare quello proposto ma in questo caso non viene aggiornata la numerazione progressiva come invece avverrebbe normalmente.
Al numero di bolla puo' essere aggiunto un suffisso ( es. /2003 ) se indicato nella tabella PF
Tipo E' la causale di magazzino che verrà  utilizzata al momento dello scarico del magazzino. In questa fase viene solo visualizzata.
NOTA
E' importante per il corretto funzionamento dei programmi non cancellare le causali 'MABTER' (per la gestione di terzista) e 'MABVEN' per la gestione delle bolle normali)
Ordine
Indica il  riferimento dell'ordine cliente  (Numero - Data - Piccola descrizione)
Se questo documento e' stato creato automaticamente dalla evasione di un ordine cliente, i dati riportati sono quelli dell'ordine ma possono essere modificati.
Condizione Pagamento Campo obbligatorio. Viene indicato la condizione standard del Cliente e se qui viene variata vale solo per questo documento
Il codice usato deve esistere fra le tabelle ‘ CP ‘
Per farsi suggerire quali sono le condizioni utilizzabili mettere un  ? e premere invio
Codice esenzione Non e' obbligatorio. Se indicato deve esistere nelle tabelle di tipo' IV '.
Se qui viene indicata , tutte le righe saranno esenti da Iva anche se nelle righe verra' indicato un codice IVA
Per farsi suggerire quali sono le condizioni utilizzabili mettere un  ? e premere invio
Codice valuta Quando i prezzi indicati non sono in EURO, viene utilizzato questo campo per indicare il codice della valuta, che deve esistere tra le tabelle della valuta (tipo VA ).
Se utilizzato viene proposto anche il valore del cambio che eventualmente può essere aggiornato.
Per farsi suggerire quali sono le VALUTE utilizzabili ed il loro cambio mettere un  ? e premere invio.
Nel caso di EURO il campo deve contenere EUR
Sconti Gli sconti sulla fattura possono essere:
  • Sconti  su tutte le righe
  • Sconti su singola riga
  • Sconti su Condizione di Pagamento
Lo sconto indicato in questo campo verra' assegnato a tutte le righe della bolle. Su ogni riga potra' essere comunque variato. 
Gli sconti 1 e 2  sono a scalare.      Es:  20+10       Importo =100  - sconto 1 = 80   - sconto 2 = 72
Per non stamparli sulla documento basta mettere nel campo apposito una N
Listino I prezzi proposti sul documento possono essere:
prezzo digitato
Il prezzo digitato ha precedenza assoluta
Listino personalizzato Ad ogni cliente può essere associato un prezzo diverso per ogni singolo articolo.
Questi listini vengono introdotti nella gestione Ordini
Se esiste un prezzo personalizzato questi ha prevalenza sullo sconto indicato.
Listino Primario Primo prezzo indicato sull’anagrafica di magazzino
Se il campo del listino e' vuoto durante l'introduzione delle righe della bolla verrà proposto il prezzo del listino primario.
Listino Secondario Secondo prezzo indicato sull’anagrafica di magazzino
Se il campo del listino non e' vuoto durante l'introduzione delle righe della bolla verrà proposto il prezzo del listino secondario
Listino  N.
Sono previsti fino a 6 listini generali ma il programma va personalizzato.
Il prezzo proposto avra' la seguente priorita':
  1. Se la tabella  MA+(tipo documento) non esiste verra' proposto il prezzo (1-6) in base a quanto digitato  in questo campo
  2. Se esiste la tabella MA+(tipo documento) ma il campo da proporre e' vuoto verra' proposto il prezzo (1-6) in base a quanto digitato  in questo campo
  3. Se il campo da proporre  non e' vuoto e contiene :
    • U  = propone Ultimo costo di acquisto
    • S  = propone il costo Standard
    • M = propone il  costo Medio di acquisto
    • *n = propone l'ennesino prezzo di listino 1=primo 2=secondo ... 6=sesto 
    • *7 = propone un prezzo a scalare in base alla quantita' venduta in ogni singola riga

NOTA
Per ogni articolo vi sono sei prezzi di vendita e sei  relativi limiti di quantita'
Se il limite di quantia' e' a zero il prezzo relativo (se c'e' ) viene ignorato.

Recupero Spese Digitando in questo campo una ‘ S ‘ in fattura verranno prese in considerazione anche le spese che riguardano il recupero spese su Ricevute Bancarie  come da tabella ‘ SB ‘
Agente Le provvigioni eventualmente indicate verranno assegnate all’agente indicato.
Il mastro agenti più il codice dell'agente danno il conto di contabilità  dell'agente stesso da cui viene presa la descrizione visualizzata.
Prov La percentuale di provvigioni da versare sul conto dell'agente.
Questa percentuale verra' proposta su tutte le righe  ma potra' essere variata a piacere riga per riga.
La provvigione verra' presa in considerazione solamente se e' indicato il codice agente
Verra' proposta la percentuale indicata in anagrafica dell'agente e del cliente e piu' precisamente:
  • Precentuale proposta all'agente per il singolo cliente
    Verra' proposta la percentuale che e' indicata nelle Note Integrative del Cliente
    Tale percentuale deve essere indicata nella forma  Provvigioni:*=15.34     (massimo due decimali)
  • Percentuale proposta per l'agente in mancanza di  indicazioni sul cliente
    In mancanza della percentuale sopra indicata verra' proposta quella indicata nelle Descrizione Conto del piano dei conti dell'agente
    Tale percentuale deve essere indicata negli ultimi  5 caratteri  e verra' proposta nel caso non sia indicata quella del cliente
  • Nessuna proposta percentuale
    Lasciare vuoto gli ultimi 5 caratteri nella descrizione conto dell'agente.

Banca Banca d'appoggio del cliente. Obbligatoria quando il pagamento avviene per mezzo di tratte o di ricevute bancarie. Se presente, è obbligatorio altresì indicare ABI e CAB . Il codice ABI è di cinque caratteri allineati a destra (con zeri di riempimento a sinista)
Ubicazione DA  La gestione del magazzino puo' considerare anche la disponibilita' ubicata in magazzini diversi o in celle pallettizate.
Se qui indicata una ubicazione, oltre al movimento normale di scarico della merce, viene effettuato anche uno scarico dell'ubicazione stessa.
Ubicazione A  Se indicata, il programma riconosce la bolla come riguardante un movimento interno di merce; quindi l'esistenza totale dell'articolo rimane invariata, mentre viene gestita l'esistenza dell'ubicazione stessa